Errori nelle dichiarazioni dei Dottori Commercialisti, fiscalisti o anche del CAF

In caso di errori nelle dichiarazioni dei Dottori Commercialisti, fiscalisti o anche del CAF, chi paga le sanzioni per possibili errori o rappresentazione nella dichiarazione dei redditi, in omessi versamenti oppure in omessa presentazione di comunicazioni tributarie.

Prima di tutto chi si prende a carico la compilazione delle dichiarazioni dei Redditi, esse siano 730 o unico persona fisica, sono dotati di requisiti di onorabilità e professionalità riconosciuti dal proprio albo di appartenenza e che devono osservare l’obbligo di diligenza riferita alla natura dell’attività esercitata come previsto dall’articolo 1176 del codice civile.

Le responsabilità sono nell’articolo 2236 che limita la responsabilità ai casi di dolo e colpa grave in quanto la loro prestazione è tesa alla risoluzione di problemi di natura tecnico professionale, quindi dovrà emergere di aver commesso omissioni gravi nel proprio operato e che abbia avuto un comportamento altamente negligente tanto da generare un dolo. Praticamente l’onere della prova dell’incarico professionale conferito al professionista spetta al cliente per questo è utile disciplinare con un MANDATO SCRITTO l’incarico assegnato.

Il professionista che si è incaricato alla compilazione dei modelli fiscali deve essere in possesso di una assicurazione (come prevista dall’art 3 del D.Lgs n 138 del 13 Agoto 2011)  posta proprio a tutela del clinte, ma attenzione tale copertura è per coprire le sanzioni e gli interessi e non la quota capitale presa in più dal contribuente, almeno che non si prova un dolo o colpa grave da parte del professionista incaricato.

Pertanto il cliente ha sempre la responsabilità per ciò che dichiara e cosa produce, pertanto si consiglia di far compilare un modulo con doppia firma in calce dove vengono riportati i dati e i documenti fiscali consegnati, per evitare contenziosi inutili

Si ricorda che il professionista incaricato non ha l’obbligo di veridicità ne di correttezza verso l’Erario per quanto riguarda alle dichiarazioni del suo cliente.

17/04/2020
51