Reddito di Cittadinanza

Dall' Aprile 2019 è entrato in Vigore il REDDITO DI CITTADINANZA, stabilto nella Manovra 2019 dove tramite il Decreto si descrivono modalità di fruizione, i limiti di reddito di ISEE e come e dove presentare le domande.

 Cosa è e Come Funziona?

Il reddito di cittadinanza è uno strumento di sostegno economico alle famiglie che percepiscono un reddito inferiore alla soglia di povertà, integrando una somma al reddito percepito. Questo strumento può essere percepito anche ai pensionati a cui verrà erogata un’integrazione alla loro pensione minima (attualmente di 513 euro ) e detta PENSIONE DI CITTADINANZA.il reddito si divide in DUE QUOTE:

  • una quota reddituale vera e propria, che integra con quote in base alla composizione del nucleo familiare;
  • una quota di aiuto per il pagamento di affitti e mutui per la casa della Famiglia.

Tutto questo è garantito perchè il beneficiario è obbligato a sottoscrivere un accordo con i centri per l’impiego con il quale si impegna a frequentare corsi di formazione e partecipare a lavori socialmente utili. La persona che partecipa ai corsi dovrà accettare almeno una delle tre offerte di lavoro che gli verranno presentate, in caso di rifiuto delle tre opportunità perderà il diritto al Reddito. 

Quali sono i Requisiti per accedere al Reddito?

Chi ha DIRITTO:

  • chi è in possesso della cittadinanza italiana, oppure cittadini di uno Stato membro Ue, oppure  stranieri in possesso di regolare permesso di soggiorno;
  • chi è residente in Italia da almeno 10 anni continuativamente;
  • chi ha Isee inferiore a 9.360€;
  • chi ha un patrimonio immobiliare ( non è compresa la casa d’abitazione e/o prima casa ) inferiore a 30.000€;
  • chi ha un patrimonio mobiliare inferiore a 6.000€,ma questo limite si innalza per ogni familiare succesivo al primo fino ad un massimo di 10000€. L'incremento è calcolato : 1000€ per ogni figlio successivo al primo; di 5.000€ in caso di presenza di una persona con disabilità nel nucleo familiare;
  • chi ha reddito familiare non superiore a 6.000€ aumentata a 9.360€ se la Famiglia è in affitto.

Chi NON ha DIRITTO:

  • chi ha immatricolato auto o moto nei 6 mesi precedenti alla richiesta dell’Rdc, e chi è in possesso di auto di cilindrata superiore ai 1.600 cc e moto di cilindrata superiore ai 250 cc immatricolati negli ultimi 2 anni;
  • Chi è in possesso di navi e imbarcazioni da diporto;
  • chi si trova in stato detentivo per tutta la durata della pena;
  • chi, nel suo nucleo familiare,si è dimesso dal lavoro nei 12 mesi antecedenti al momento della domanda (ad eccezione delle dimissioni per giusta causa).

 A quanto ammonta l’importo del reddito di cittadinanza:

Il RDC integra il reddito che ha il nucleo Familiare e la quota erogabile varia, a seconda dei casi, in modo significativo:

  •  780 euro, per un adulto che vive in affitto
  •  1.180 euro per una famiglia di quattro persone sempre in locazione.
  •  500 € Per un single, che aumenta a 650€ se ha un mutuo e di altri 130 € se vive in affitto
  • 700€ Per due coniugi, che aumenta a 850 € o 980 € in caso di mutuo o locazione. Se i due hanno un figlio minore il reddito di cittadinanza massimo sarà di 800 euro, ma si alzerà, come spiegato sopra, a 950 o 1.080 euro.

Come si richiede il redditoLa domanda dovrà essere presentata partire dal 1° marzo 2019 all’Inps utilizzando il modello che verrà messo a disposizione dall’Istituto stesso, insiema al modello ISEE. Dovrà essere inviata online o anche rivolgendosi ai Caf.L’Inps ha 5 giorni di tempo per valutare i requisiti richiesti.Il reddito verrà erogato tramite una speciale card “Rdc”, una sorta di carta acquisti con un limite di prelievi in contanti di 100€ al mese.

08/06/2019
51